16.05.2018

Salvezza conquistata con merito!

Si è conclusa nei migliori dei modi la stagione Interclub 2018 per i nostri guerrieri. Con una bella vittoria, 5-4 il risultato finale, contro la forte e solida compagine dell’Allmend Zugo.

Gli incontri si sono svolti in un clima decisamente amichevole nonostante la posta in palio, e tutti i match si sono giocati con grande equilibrio all’insegna del fair play e di quello che lo sport dovrebbe essere a tutti i livelli e a tutte le latitudini: un momento di aggregazione e di festa da trascorre in piena armonia ed allegria.

Oggi non vi parleremo dell’andamento delle partite dei singoli, perché da elogiare è tutta la squadra, con la “S” maiuscola, che il nostro baldo capitan Cereghetti è riuscito a costruire in questi due anni di “servizio”.

Tutti i giocatori, anche se non erano convocati per la partita, hanno risposto presente alla convocazione del capitano, rimanendo tutto il giorno a bordo campo a tifare per i colori del TCCM! Chapeau…

Credo di poter tranquillamente asserire che la forza predominante di questo meraviglioso gruppo è l’amicizia che lega ognuno di queste meravigliose persone. Nonostante i molteplici impegni lavorativi e famigliari hanno sempre, e dico sempre, dato il 100% (se non di più) per questo club fantastico in modo a dir poco professionale… Tanta, tanta ma tanta roba…

I ringraziamenti vanno a tutti coloro che hanno partecipato alla manifestazione e un grazie particolare va a Marcella per il suo servizio bar e le ottime cenette con qui ci ha deliziati.

Arrivederci all’anno prossimo e buon proseguimento di stagione, ovviamente al TCCM!

26.05.2018

Il riscatto del TCCM!

Il TCCM finisce con il botto il proprio girone sconfiggendo per 8-1 il TC Pradello classificandosi al terzo posto, con però non pochi rammarichi…

Settimana difficile per Capitan Cere, che deve ridisegnare la squadra a causa di varie assenze: Thomas infortunio alla spalla che dovrà essere operata nelle prossime settimane: auguroni Warrior! Krister “The Chicken” si infortuna ad un piede volendo provare a fare quello che ad un tempo era il suo pane quotidiano ma che arrivati ad una certa età bisogna andarci cauti, mentre Ivan assente per viaggio spirituale all’estero.

Capitan Cere ha però una lunga panchina a disposizione e dopo alcune meditazioni decide di schierare in sostituzione degli assenti i tre Moschettieri Andrea “Poraz”, Lorenzo “The Pres” e Valerio “Mr Chicco”.

Per i primi due incontri scendono in campo Andra e Valerio. Andrea entra in campo molto concentrato e sin dalle prime batture dimostra di essersi meritato la fiducia del capitano giocando una partita di livello con ottimi servizi e discese a rete, sconfiggendo il suo avversario Patrick per 6-1, 6-0. Ottimo il nostro gigante buono Poraz.

Per Valerio invece le cose non sembrano andare per il verso giusto come per Andrea. Infatti il suo bravo avversario Jörg vince il primo set mentre Valerio sta ancora pensando a quanti gradi bisogna tostare il caffè per ottenere il giusto aroma…

Rimane comunque attaccato con le unghie al suo avversario e non molla la presa, cosa che gli permette di vincere il secondo set. Oramai è una maratona, siamo già quasi alle due ore di match e sia da una parte che dall’altra non c’è segno di cedimento. Il terzo set prosegue in perfetta parità fino al 4-4.

Al nono gioco Valerio trova il break e si porta avanti 5-4 e servizio. Durante la pausa del cambio campo accusa qualche sintomo di crampo, e dopo quasi tre ore ci può anche stare. Va comunque al servizio stringendo i denti e mettendoci tutta l’energia rimasta in corpo e porta a casa il secondo punto per il TCCM con un servizio vincente a quasi 200 km/h degno del miglior Raonic.

Danilo entra in campo molto concentrato e trova subito un ottimo feeling con il suo attrezzo da lavoro ed inizia a martellare Alex con i suoi dritti e rovesci aggiudicandosi meritatamente il primo set.

Nel secondo set però qualcosa si inceppa, Alex sale in cattedra e punto dopo punto si porta sul 4-1. Danilo inizia ad innervosirsi imprecando in una lingua sconosciuta alle nostre latitudini, che nemmeno il grande Lino Banfi, da noi contattato per una rapida traduzione, è riuscito a capirci qualche cosa…

Tutto ad un tratto però l’arcangelo Gabriele fa l’apparizione in quel del TC Campo Marzio e con il suo potere rimette sulla retta via il nostro Danilo che si aggiudica il secondo set vincendo 5 game di fila: tanta roba!

Capitan Cereghetti non è da meno: fa suo il primo set con deliziosi dritti che mettono in difficoltà Enos, ancora nelle braccia di morfeo… Enos però si sveglia nella seconda frazione mettendo in difficoltà Cere che non riesce più ad esprimere il proprio gioco come fatto sin qui. Enos si aggiudica il secondo set per 6-4, mettendo pressione al nostro alfiere per il terzo e decisivo set. Set che Cere inizia con il giusto appiglio ritrovando le giuste sensazioni del primo. Gran bella prova di carattere del nostro Capitano che vince così la partita portando lo score di giornata sul 4-0 per il TCCM.

E’ il turno di Catta che finalmente scende in campo anche per un match di singolare. Un primo set stratosferico nettamente dominato con colpi veramente da applaudire. Sul più bello però si spegne la luce… e non è un modo di dire… Purtroppo Catta inizia ad avere problemi con le lenti a contatto, e non riesce più ad esprimersi ai livelli del primo set. Lotta comunque come un leone su ogni punto ma deve cedere al suo avversario Simone che si aggiudica il secondo set al tie break.

La terza partita, dopo una breve pausa per cercare di risolvere il problema alla vista al nostro piccolo falchetto, inizia nei migliori dei modi per il TCCM. Pres si porta subito in vantaggio ma piano piano si vede recuperare dal suo ostico avversario. The Pres rimane calmo e con freddezza chiude la terza frazione: game, set and match Pres!

L’ultimo singolare tocca a Raoul giocarlo contro il mancino Simone. Sin dai primi punti si capisce che non sarà una partita facile da aggiudicarsi. Raoul però, volenteroso di riscattare la brutta prestazione dell’ultimo incontro, inizia il match non al meglio non riuscendo a trovare i suoi colpi migliori: apparso nervoso e falloso fatica a trovare il ritmo ed il match prosegue in parità fino al nono game, dove Raoul riesce a trovare un insperato break per poi aggiudicarsi il set con un buon turno di battuta.

Nel secondo set si vede un Raoul meno incazzoso con se stesso, riuscendo a ritrovare la giusta via e soprattutto i suoi colpi migliori che iniziano a fare male all’avversario. Darco si aggiudica così abbastanza agevolmente il secondo set per 6-2.

Lo score di giornata è ora 6-0 per il TCCM che può così iniziare le partite dei doppi con la consapevolezza di aver raggiunto l’obiettivo del terzo posto in classifica.

Jordi e Poraz aprono le danze giocando un’ottima partita. Recuperano un set di svantaggio, perdendo però il long tie break. Ottima comunque la prestazione dei baldi giovani seniori, con Jordi in evidenza ed in costante crescita: applauso per lui perché anche se ha giocato poco ha dimostrato un enorme spirito di squadra essendo sempre uno dei primi ad arrivare e l’ultimo ad andarsene (soprattutto se c’era da mangiare e bere) in tutte le attività della squadra di interclub.

La coppia più bella del mondo, come il buon Celentano cantava, Cere/Martello non hanno particolari problemi ad aggiudicarsi il punto vincendo la partita per 6-2/6-3

L’ultimo match di giornata vede in campo Fabio e Raoul, orfano del suo braccio sinistro Catta, ancora in cerca dell’interruttore della luce. Fabio e Raoul si trovano subito a proprio agio e a suon di vincenti si aggiudicano anche loro il match portando lo score di giornata a 8-1 per il TCCM.

Complimenti ragazzi, bravi a crederci fino alla fine nonostante le precedenti sconfitte.

Sabato 16 giugno 2018 ospiteremo la squadra dell’Allmend Zugo per non retrocedere in 3° lega. Vi aspettiamo quindi numerosi a tifare i nostri valorosi porta bandiera

Forza TCCM

12.05.2018

Ancora una pesante sconfitta per il TCCM

“Il Club TCCM era tetro, oscuro, sinistro così come i suoi rumori e le sue ombre, e tutto ciò che si nascondeva dietro esse. La debole luce del sole filtrava attraverso le foglie degli alberi, i rami bassi sembravano braccia e mani scheletriche, mi guardavo intorno tormentato dall'idea che ci fosse qualcuno con me.

Il rumore di una pallina appena colpita con forza mi fece sussultare. Mi fermai all'improvviso, deglutii rumorosamente e ascoltai il mio cuore battere contro le costole, sentivo la paura scorrermi nelle vene, mentre le orecchie si facevano sensibili ad ogni tipo di rumore.

Incominciai di nuovo a camminare con passo lento, scrutando davanti a me. Il terreno era umido, c'erano palline gialle ovunque in cui presto sapevo che sarei inciampato, il vento muoveva le foglie e creava rumori spettrali, le ombre sembravano animali feroci pronti ad assalirmi, l'unica luce era quella lieve del sole all’alba che mi accompagnava nel mio incubo. Sentii dei formicolii sul collo e sulla schiena, potevo guardare davanti, a destra e a sinistra, ma non potevo contemporaneamente guardare alle mie spalle. Ogni volta che mi voltavo sentivo i formicolii sul petto, perciò mi rigiravo e guardavo dritto, ma di nuovo i formicolii tornavano sulla schiena. Volevo avere il controllo su ogni cosa, ma non ci riuscivo. Chissà cosa si nascondeva in quel campo da tennis maledetto, magari c'erano lupi al di là della rete, magari insetti velenosi, o, più probabilmente, i giocatori del TC Losone…. scossi la testa per scacciare quei pensieri, ma per quanto cercavo di calmarmi la paura di non essere solo mi perseguitava, la sensazione di pericolo che si insidiava dentro di me, che mi toglieva il respiro, e mi faceva sudare freddo…”

Potremmo riepilogare così il secondo turno da incubo fiabesco dei nostri ragazzi.

Capitan Cereghetti non si sarebbe mai immaginato all’albeggiare di sabato mattina, mentre inzuppava un gustoso croissant alla marmellata nel suo latte macchiato, che da lì a poco avrebbe assistito ad una simile disfatta della propria squadra.

Il punteggio di 2-7 in favore dei nostri bravi e simpaticissimi avversari è abbastanza eloquente e non credo ci sia altro da aggiungere: forse un po’ troppo severo per i nostri baldi eroi, ma tutto sommato la sconfitta è meritata per quanto visto sul campo, sicuramente non per quanto visto fuori (vedi foto).

Andrea, voto 4: non abituato al ritmo partita si comporta comunque in modo egregio perdendo 2 tie break di fila. Si accorge solamente durante il brindisi post-partita che Davide è mancino. Quale sarebbe stato l’epilogo se si fosse accorto in tempo di questo “piccolo” particolare?

Raoul, voto 3-: Sul più bello (7-5, 3-0 e servizio) lascia virtualmente il campo ed inizia a pascolare per prati e boschi in cerca della farfalla gigante avvistata alcuni giorni prima al Club House… Il suo avversario Gianluca se ne accorge ed impartisce al malcapitato Raoul una severa lezione vincendo 12 degli ultimi 13 game.

Ivan, voto 5.5: Scende in campo con la sua solita tranquillità e caparbietà che lo contraddistingue e porta a casa l’unico punto dei 6 singolari giocati. Vera punta di diamante della squadra!

Cap Cere, voto … : Al capitano meglio non dare il voto altrimenti si incazza come un’ape e tira fuori il pungiglione.. Resiste con tutte le sue forze per il primo set ma il secondo deve arrendersi al suo forte avversario Sacha, anche perché la brioche del mattino (ca. 500 gr) iniziava a farsi sentire…

Thomas, voto 6: Come sempre il nostro gladiatore scende nell’arena per dare dura battaglia (sportivamente parlando), al suo avversario. Si infortuna nuovamente alla spalla mal concia sul finire del primo set che comunque porta a casa in modo eroico.

Ci prova con tutte le sue forze nel secondo ma questa volta il dolore all’arto è molto più forte del suo immenso cuore e deve purtroppo dare W.O. a Walter: grande esempio di spirito di squadra! Buona guarigione Gladiatore!

Danilo, voto, 4.5: Ancora una volta l’agnello sacrificale! Adriano si presenta con training da coppa Davis a lasciar presagire la difficoltà dell’incontro. Danilo se la gioca con la solita grinta ma l’avversario è “tanta roba”.

Sul punteggio di 1-5 iniziano i doppi con le coppie Fabrizio/Massimo e Pres/Andrea che vengono sconfitti, mentre il Capitano con il suo fido scudiero Danilo giocano un’ottima partita di qualità con dei colpi veramente piacevoli da vedere ed applaudire; portando a casa l’ultimo match di giornata.

In compagnia dei nostri simpaticissimi avversari del TC Losone, viene gustato un delizioso aperitivo meticolosamente preparato dalla nostra Marcella con il motto “a bevum l’ultim par mia lasas cume can”… lascio a voi immaginare fino a che ora si è andato avanti…

Il prossimo ed ultimo incontro della fase a gironi è programmato per sabato 26.05.2018 contro il TC Pradello sempre nelle mura amiche del TCCM: forza ragazzi e mai mollare!

 

06.05.2018

TCCM sconfitti dal TC Ascona

Inizia purtroppo con una sconfitta il torneo Interclub 2018 per i nostri “Chicken”, come il buon Krister ama sottolineare in certi frangenti…

Deliziati da una splendida giornata ed in un contesto paesaggistico a dir poco da mozzafiato, è Danilo ad aprire le danze contro E.T. l’extraterrestre, atterrato nella sorridente località turistica di Ascona: ex R1 con doti eccelse ed un servizio da far rabbrividire anche chi a bordo campo guardava la partita. Too good! 1 a 0 per TC Ascona.

E’ Ivan a portare il risultato sul 1-1 con un match solido e sempre saldamente sotto controllo, deliziando i veri intenditori con qualche rovescio magistrale.

Il terzo singolare va ai padroni di casa, in un incontro estenuante deciso unicamente al terzo set dove il nostro guerriero Thomas ha dovuto combattere non solo contro il suo avversario, bensì anche contro una fastidiosissima allergia che non gli dava respiro… Complimenti Thomas, vera prova di forza!

Sul 2 a 1 per il TC Ascona sono Raoul, Cere e Krister a scendere in campo per gli ultimi 3 incontri di singolare della giornata.

Cere purtroppo non riesce ad entrare in partita e trovare il suo ritmo, subendo un po’ troppo le variazioni del suo forte avversario (R4) che vince la contesa portando il risultato sul 1-3.

Raoul si dimostra da subito “sul pezzo” ed impone il suo gioco sin dalle prime battute supportato dal suo solido e potente diritto! L’avversario ci prova ma deve arrendersi in due set.

Krister capisce il delicato momento della squadra e come un gladiatore rimane nell’arena a lottare su ogni palla senza mai mollare la presa come un vero mastino, e porta a casa il prezioso punto del pareggio per il TCCM: 3-3

Dopo una breve pausa iniziano i doppi: Catta/Raoul, Cere/Danilo, Jordi/Ciano.

Purtroppo il TC Ascona si dimostra avversario ostico anche nei doppi, vincendo tutti e 3 gli incontri concedendo poco o nulla ai nostri; che però hanno lottato con tutte le forze fino all’ultimo punto dell’ultimo game.

Le partite finiscono con il punteggio di 3-6, ma Capitan Cereghetti non ha nulla da recriminare ai propri giocatori per impegno e dedizione che hanno messo in campo; e complimenti ai nostri forti avversari del TC Ascona.

Ringraziamo il TC Ascona per la cordiale ospitalità e per l’ottima cena servita.

Non ci resta che darvi appuntamento a sabato prossimo, 12.05.2018 presso il Tennis Club Campo Marzio per la seconda giornata che ci vedrà opposti al TC Losone: gli incontri inizieranno alle ore 09:00.