12.05.2018

Ancora una pesante sconfitta per il TCCM

“Il Club TCCM era tetro, oscuro, sinistro così come i suoi rumori e le sue ombre, e tutto ciò che si nascondeva dietro esse. La debole luce del sole filtrava attraverso le foglie degli alberi, i rami bassi sembravano braccia e mani scheletriche, mi guardavo intorno tormentato dall'idea che ci fosse qualcuno con me.

Il rumore di una pallina appena colpita con forza mi fece sussultare. Mi fermai all'improvviso, deglutii rumorosamente e ascoltai il mio cuore battere contro le costole, sentivo la paura scorrermi nelle vene, mentre le orecchie si facevano sensibili ad ogni tipo di rumore.

Incominciai di nuovo a camminare con passo lento, scrutando davanti a me. Il terreno era umido, c'erano palline gialle ovunque in cui presto sapevo che sarei inciampato, il vento muoveva le foglie e creava rumori spettrali, le ombre sembravano animali feroci pronti ad assalirmi, l'unica luce era quella lieve del sole all’alba che mi accompagnava nel mio incubo. Sentii dei formicolii sul collo e sulla schiena, potevo guardare davanti, a destra e a sinistra, ma non potevo contemporaneamente guardare alle mie spalle. Ogni volta che mi voltavo sentivo i formicolii sul petto, perciò mi rigiravo e guardavo dritto, ma di nuovo i formicolii tornavano sulla schiena. Volevo avere il controllo su ogni cosa, ma non ci riuscivo. Chissà cosa si nascondeva in quel campo da tennis maledetto, magari c'erano lupi al di là della rete, magari insetti velenosi, o, più probabilmente, i giocatori del TC Losone…. scossi la testa per scacciare quei pensieri, ma per quanto cercavo di calmarmi la paura di non essere solo mi perseguitava, la sensazione di pericolo che si insidiava dentro di me, che mi toglieva il respiro, e mi faceva sudare freddo…”

Potremmo riepilogare così il secondo turno da incubo fiabesco dei nostri ragazzi.

Capitan Cereghetti non si sarebbe mai immaginato all’albeggiare di sabato mattina, mentre inzuppava un gustoso croissant alla marmellata nel suo latte macchiato, che da lì a poco avrebbe assistito ad una simile disfatta della propria squadra.

Il punteggio di 2-7 in favore dei nostri bravi e simpaticissimi avversari è abbastanza eloquente e non credo ci sia altro da aggiungere: forse un po’ troppo severo per i nostri baldi eroi, ma tutto sommato la sconfitta è meritata per quanto visto sul campo, sicuramente non per quanto visto fuori (vedi foto).

Andrea, voto 4: non abituato al ritmo partita si comporta comunque in modo egregio perdendo 2 tie break di fila. Si accorge solamente durante il brindisi post-partita che Davide è mancino. Quale sarebbe stato l’epilogo se si fosse accorto in tempo di questo “piccolo” particolare?

Raoul, voto 3-: Sul più bello (7-5, 3-0 e servizio) lascia virtualmente il campo ed inizia a pascolare per prati e boschi in cerca della farfalla gigante avvistata alcuni giorni prima al Club House… Il suo avversario Gianluca se ne accorge ed impartisce al malcapitato Raoul una severa lezione vincendo 12 degli ultimi 13 game.

Ivan, voto 5.5: Scende in campo con la sua solita tranquillità e caparbietà che lo contraddistingue e porta a casa l’unico punto dei 6 singolari giocati. Vera punta di diamante della squadra!

Cap Cere, voto … : Al capitano meglio non dare il voto altrimenti si incazza come un’ape e tira fuori il pungiglione.. Resiste con tutte le sue forze per il primo set ma il secondo deve arrendersi al suo forte avversario Sacha, anche perché la brioche del mattino (ca. 500 gr) iniziava a farsi sentire…

Thomas, voto 6: Come sempre il nostro gladiatore scende nell’arena per dare dura battaglia (sportivamente parlando), al suo avversario. Si infortuna nuovamente alla spalla mal concia sul finire del primo set che comunque porta a casa in modo eroico.

Ci prova con tutte le sue forze nel secondo ma questa volta il dolore all’arto è molto più forte del suo immenso cuore e deve purtroppo dare W.O. a Walter: grande esempio di spirito di squadra! Buona guarigione Gladiatore!

Danilo, voto, 4.5: Ancora una volta l’agnello sacrificale! Adriano si presenta con training da coppa Davis a lasciar presagire la difficoltà dell’incontro. Danilo se la gioca con la solita grinta ma l’avversario è “tanta roba”.

Sul punteggio di 1-5 iniziano i doppi con le coppie Fabrizio/Massimo e Pres/Andrea che vengono sconfitti, mentre il Capitano con il suo fido scudiero Danilo giocano un’ottima partita di qualità con dei colpi veramente piacevoli da vedere ed applaudire; portando a casa l’ultimo match di giornata.

In compagnia dei nostri simpaticissimi avversari del TC Losone, viene gustato un delizioso aperitivo meticolosamente preparato dalla nostra Marcella con il motto “a bevum l’ultim par mia lasas cume can”… lascio a voi immaginare fino a che ora si è andato avanti…

Il prossimo ed ultimo incontro della fase a gironi è programmato per sabato 26.05.2018 contro il TC Pradello sempre nelle mura amiche del TCCM: forza ragazzi e mai mollare!

 

06.05.2018

TCCM sconfitti dal TC Ascona

Inizia purtroppo con una sconfitta il torneo Interclub 2018 per i nostri “Chicken”, come il buon Krister ama sottolineare in certi frangenti…

Deliziati da una splendida giornata ed in un contesto paesaggistico a dir poco da mozzafiato, è Danilo ad aprire le danze contro E.T. l’extraterrestre, atterrato nella sorridente località turistica di Ascona: ex R1 con doti eccelse ed un servizio da far rabbrividire anche chi a bordo campo guardava la partita. Too good! 1 a 0 per TC Ascona.

E’ Ivan a portare il risultato sul 1-1 con un match solido e sempre saldamente sotto controllo, deliziando i veri intenditori con qualche rovescio magistrale.

Il terzo singolare va ai padroni di casa, in un incontro estenuante deciso unicamente al terzo set dove il nostro guerriero Thomas ha dovuto combattere non solo contro il suo avversario, bensì anche contro una fastidiosissima allergia che non gli dava respiro… Complimenti Thomas, vera prova di forza!

Sul 2 a 1 per il TC Ascona sono Raoul, Cere e Krister a scendere in campo per gli ultimi 3 incontri di singolare della giornata.

Cere purtroppo non riesce ad entrare in partita e trovare il suo ritmo, subendo un po’ troppo le variazioni del suo forte avversario (R4) che vince la contesa portando il risultato sul 1-3.

Raoul si dimostra da subito “sul pezzo” ed impone il suo gioco sin dalle prime battute supportato dal suo solido e potente diritto! L’avversario ci prova ma deve arrendersi in due set.

Krister capisce il delicato momento della squadra e come un gladiatore rimane nell’arena a lottare su ogni palla senza mai mollare la presa come un vero mastino, e porta a casa il prezioso punto del pareggio per il TCCM: 3-3

Dopo una breve pausa iniziano i doppi: Catta/Raoul, Cere/Danilo, Jordi/Ciano.

Purtroppo il TC Ascona si dimostra avversario ostico anche nei doppi, vincendo tutti e 3 gli incontri concedendo poco o nulla ai nostri; che però hanno lottato con tutte le forze fino all’ultimo punto dell’ultimo game.

Le partite finiscono con il punteggio di 3-6, ma Capitan Cereghetti non ha nulla da recriminare ai propri giocatori per impegno e dedizione che hanno messo in campo; e complimenti ai nostri forti avversari del TC Ascona.

Ringraziamo il TC Ascona per la cordiale ospitalità e per l’ottima cena servita.

Non ci resta che darvi appuntamento a sabato prossimo, 12.05.2018 presso il Tennis Club Campo Marzio per la seconda giornata che ci vedrà opposti al TC Losone: gli incontri inizieranno alle ore 09:00.